RELIGIONE

 

ORARIO DELLE PREGHIERE

L'Islam è la religione ufficiale del Marocco. I principi esposti dal Corano, il libro sacro, regolano la vita quotidiana  e i rapporti tra le persone. Il Corano è composto da 114 sure -capitoli- e da oltre 6230 versetti che stabiliscono le regole di vita e di comportamento per ogni situazione.

In Marocco prevale la scuola malichita, che risulta più tollerante nei confronti dell’osservanza dei precetti coranici.

È questa una delle ragioni per cui l’Islam marocchino non si è mai evoluto in forma di fanatismo religioso, nè i sovrani hanno mai tentato di applicare politiche che imponessero una rigida osservanza della legge islamica.

MAOMETTO

La tradizione islamica tramanda che  nel 610 , Maometto, mentre meditava nel deserto, ricevette la visita dell'arcangelo Gabriele che gli comunicò il Qur'an - il Corano- e gli affidò il ruolo di profeta, cioè di colui che doveva diffondere il messaggio di Allah- Dio - tra le genti. La predicazione di Maometto si rivolse inizialmente  agli abitanti de La Mecca, in maggioranza politeisti ed era fondata sulla fede ad Allah, unico Dio. Nonostante le difficoltà incontrate,  che lo costrinsero nel 622 (conosciuto come anno dell'Egira - dal quale i musulmani cominciano a contare gli anni) ad abbandonare La Mecca  e a rifugiarsi in una città che prese il nome di Medina (città del Profeta), Maometto riuscì a dar vita   ad una comunità politico- religiosa che sarebbe riuscita a imporre la sua autorità in tutta l’Arabia.

I CINQUE PILASTRI  DELL’ISLAM

  • Non vi è alcun Dio al di fuori di Allah e Maometto è il suo profeta. Questa dichiarazione di fede si chiama shahada, una semplice formula che tutti i fedeli pronumciano.
  • Alla professione di fede, il musulmano deve affiancare la preghiera quotidiana (salat);
  • Nel mese del Ramadan (il nono del calendario islamico) bisogna rispettare il digiuno, mangiando solo dopo il calare del sole - RAMADAN;
  • Recarsi almeno una volta nella vita alla città santa, la Mecca (el Hagg);
  • Versare una certa somma di denaro a beneficio dei poveri della comunità, la zakat;

 

CALENDARIO ISLAMICO

I musulmani fanno iniziare la loro era dal 622, (anno in cui Maometto fu costretto ad abbandonare La Mecca).

Il calendario musulmano è lunare. L'anno è diviso in 12 mesi lunari di 29 e 30 giorni e il ciclo lunare si compie in 30 anni. La durata del giorno si calcola da un tramonto a quello successivo e ha cinque articolazioni interne che corrispondono al tempo dedicato alla preghiera:

  • el-magrheb - il tramonto,
  • el-icha -la seconda ora della notte,
  • es-sobh - l'aurora,
  • ed-dhohr - mezzogiorno,
  • el-asr -metà pomeriggio.

Il nono mese dell'anno è quello del Ramadan, il periodo più sacro dell' anno. I fedeli  sono obbligati a non bere bevande alcoliche, astenersi dai rapporti sessuali, dal sorgere al calar del sole e  di non consumare carne di maiale.

RAMADAN

ramadan

L' ultimo mese dell' anno offre lo spettacolo solenne del pellegrinaggio a La Mecca. Nella prima metà del mese la città santa viene invasa da una folla di fedeli che indossano una veste bianca. Terminate le purificazioni rituali essi procedono verso il cuore della città, la Grande Moschea dove compiono sette giri intorno alla kaaba ( la costruzione cubica del VII sec. posta nel cortile della moschea alla Mecca.) e baciano la pietra nera. .

LE FESTE RELIGIOSE

AID-ES-SAGHIR O AID  EL FITR 

si festeggia la fine del Ramadan, dura tre giorni, durante i quali si svolgono pranzi in famiglia, si ricevono visite e si scambiano messaggi augurali

AID EL-KHEBIR O AID EL ADHA

grande festa o festa del montone.

Essa commemora il miracolo compiuto da Allah, quando  quando sostituì un montone al figlio che Abramo stava per offrirgli in sacrificio.

Si tratta della più grande festa del mondo islamico e si svolge contemporaneamente al pellegrinaggio alla Mecca.

EL MOULUD

si festeggia il giorno della nascita di Maometto

RELIGIONE

RAMADAN

CUCINA MAROCCHINA

 

 

Il Ramadan è il mese nel quale si pratica il digiuno (in arabo: رمضان‎, ramaḍān) è, secondo il calendario musulmano, il nono mese dell'anno e ha una durata di 29 o 30 giorni.

Il Ramadan, costituisce un periodo eccezionale dell'anno per i fedeli islamici in tutti i paesi a maggioranza musulmana come il Marocco: la sua sacralità è fondata sulla tradizione già fissata nel Corano, secondo cui in questo mese Maometto avrebbe ricevuto una rivelazione dall'arcangelo Gabriele. ORARIO DELLE PREGHIERE

Il digiuno (sawm) durante tale mese costituisce il quarto dei Cinque pilastri dell'Islam e chi ne negasse l'obbligatorietà sarebbe kāfir, colpevole cioè di empietà massima e dirimente dalla condizione di musulmano.

Nel corso del mese di Ramadan infatti i musulmani debbono astenersi - dall'alba al tramonto - dal bere, mangiare, fumare e dal praticare attività sessuali. Chi è impossibilitato a digiunare (perché malato o in viaggio) può anche essere sollevato dal precetto ma successivamente, appena possibile, dovrà recuperare i giorni del mese in cui non ha digiunato .

 
 

 

 

MAROCCOSTYLE