RITUALI DEL HAMMAM

Dopo un passaggio nel Tepidarium, una sala umida dove la temperatura è generalmente di 36°, utile per ambientarsi, segue la pulizia del corpo con il SAPONE NERO , questo step nell' HAMMAM definisce infatti proprio la fase purificante. Si passa così al Calidarium (45°) dove la potente azione dell’umidità del vapore favorisce la sudorazione e rende la pelle luminosa. Il bagno di vapore favorisce una notevole perdita di liquidi (ideale per chi soffre di ritenzione idrica), quindi è consigliabile reidratarsi, infatti nelle strutture è sempre presente una sala relax con tisane, tè alla menta e frutta a cui è possibile accedere in qualsiasi momento.

HAMMAM

 

Ora la pelle è pronta per ricevere il gommage, la fase esfoliante, eseguito energicamente con il guanto di kassa e a seguire il lavaggio del corpo; in questo step sono svariati i trattamenti tra cui scegliere: dai massaggi drenanti e detossinanti, agli impacchi ai capelli, fino a maschere e trattamenti viso, per i quali vengono utilizzate materie prime naturali come Burro di Karitè, Sapone Nero di Aleppo a base di olio di oliva, Olio di Argan puro al 100%, olio di Mandorle dolci e Ghassoul

Si conclude con l’immersione nel Frigidarium (28°) vasca di acqua fredda che richiude i pori e dal forte effetto tonificante.

Nel mondo arabo inizialmente il rito è intriso di significato religioso, come pratica di purificazione che permette di avvicinarsi ad Allah e, oltre che come rito di benessere, viene intenso come luogo di aggregazione.

Frigidarium HAMMAM

 

 
 

 

 

MAROCCOSTYLE