E' un abito marocchino tradizionale da donna. un vestito lungo con 2 pezzi, un primo poi un secondo che si mette sul primo. Molto spesso è confezionato su misura. Infatti per che vada a pennello alla donna chi lo indossa, le Marocchine comprano il tessuto a loro piacimento, poi lo danno a loro sarto per fargli un Kaftan. I modelli sono tantissimi quindi ogni donna può scegliere un Kaftan che le piace. Si porta soprattutto nelle feste di matrimonio con delle cinture speciali, vanno chiamate 'MDAMMA', spesso sono cinture d'oro. ma ci sono altre cinture più semplici e poi ogni donna si veste secondo la sua 'borsa'. Il tessuto può essere di seta o altro...bisogna sapere che un Kaftan non si fa con un qualsiasi tessuto, ma ci sono tessuti speciali. Col tempo tutto cambia! anche il Kaftan marocchino è cambiato: alcuni stilisti l'hanno modernizzato (alcuni l'hanno troppo modernizzato, anzi!) e adesso c'è anche un Kaftan scollato, un kaftan jeans....ad ogni caso che sia un vecchio, un moderno...ogni kaftan ha una sua clientela.


Solo negli Anni ’50 il Kaftan entra nella scena della moda internazionale grazie alla stilista Diana Vreeland, che lo vede in un viaggio in Marocco e lo esporta subito negli Stati Uniti.

Dall’America all’Europa il Kaftan nelle mani di Yves Saint Laurent per poi diventare un capo simboli della cultura hippie degliAnni ’60, per poi spopolare anche nel mondo della musica, con le foto dei Beatles che lo indossano in India.

Non solo hippie ma anche i figli dei fiori amano il Caftano per l’atmosfera orientale che porta con sé e lo rielaborano con stampe floreali e psichedeliche.

caftano   caftano

Un capo che ha permesso agli stilisti libertà di interpretazione e di variazione sul tema: Dior elabora cappottini di seta con tagli che li fanno assomigliare a delicati Caftani , mentre Roy Halson allunga e allarga i classici abiti a tubo. E negli Anni ’60 è Missoni a dettare le regole con le righe multicolore che lo identificano.

I tessuti che vengono utilizzati per la sua creazione sono tra i più svariati: taffetas, velluto, seta, organza, satin duchessa. Molti sono anche i ricami utilizzati per renderlo ancor più sfarzoso e principesco come tessiture in oro damascate, drappeggi, ricami che richiamano al passato ma ugualmente intramontabili, orli lavorati rigorosamente a mano con intrecci di colori e tessuti diversi ecc.

caftano  caftano

 

 

 

 
 

 

 

MAROCCOSTYLE